SHARE

È la donna che visse tre volte, la musa del cinema orientale, protagonista per grandi autori come Tsui Hark e Wong Kar-Wai, diva di blockbuster al botteghino cinese degli anni Novanta. Brigitte Lin Ching-Hsia ha vissuto una carriera cinematografica intensissima e poi, vent’anni fa, ha sposato un uomo d’affari di Hong Kong e si è ritirata a vita privata. Oggi è una signora elegante, cordiale, ha due figlie ventenni e scrive romanzi. Quando parla del cinema gli occhi le si illuminano come un’adolescente che parla del suo primo innamorato ma se alla fine del nostro incontro le chiediamo se vorrebbe ritornare, anche per un cameo o come produttrice, risponde: “Vorrei tantissimo, tantissimo, tantissimo ma per tornare ci vuole un vero coraggio che non credo di avere. Io devo fare una vita semplice, il cinema è una follia e quella pressione non la posso più vivere”.
Repubblica.it > Spettacoli

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here