SHARE

Ci vorranno sette mesi: questo il tempo perché la statua di Chris Cornell sia pronta. Mentre solo qualche giorno fa Toni, la figlia 12enne del frontman dei Soundgarden, si è esibita in una toccante esibizione insieme agli One Republic cantando l’inno Hallelujah e dedicandolo al padre e a Chester Bennington dei Linkin Park, la vedova del cantante Vicky ha annunciato la realizzazione di una scultura in onore del marito morto suicida lo scorso 18 maggio.

Loading...

Affidando la notizia alle pagine del Seattle Times, Vicky Cornell ha fatto sapere di aver chiamato, per la sua realizzazione, Wayne Toth, l’artista che ha già scolpito il monumento funebre dedicato a Johnny Ramone dei Ramones presso l’Hollywood Forever Cemetery di Los Angeles: “Mi ha già fatto vedere gli schizzi e sia io che i ragazzi l’abbiamo amata”, ha spiegato Vicky. “Lui è un figlio di Seattle”, ha aggiunto, “e noi lo riporteremo a casa e lo onoreremo, spero, insieme a tutti voi, il vostro amore e supporto”. La statua verrà appunto collocata nella città, patria del grunge, che il 20 luglio 1964 ha dato i natali a Chris Cornell.

Questa iniziativa non è l’unica pensata per celebrare la vita di Cornell e cercare in qualche modo di venire a patti con la sua, ancora incomprensibile, morte: lo scorso 20 giugno la famiglia aveva donato 100mila dollari per finanziare un programma di terapia musicale pensata per bimbi colpiti da traumi e intitolata Chris Cornell Music Therapy Program at Childhaven.


Repubblica.it > Spettacoli

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here