SHARE

Con una conferenza a New York intitolata Reasons to be cheerful (Le ragioni per essere allegri) David Byrne ha annunciato l’uscita del suo nuovo album di studio American Utopia, a 14 anni dal suo precedente disco. «Ho lavorato alle canzoni di questo album mentre raccoglievo molto materiale per la serie di incontri che ho voluto chiamare Reasons to be cheerful, e ho la sensazione che sia stato proprio questo materiale a dar forma a queste canzoni. Molti di noi, sospetto, non sono molto soddisfatti del mondo che abbiamo realizzato. Ci guardiamo intorno e ci chiediamo: dobbiamo continuare a vivere in questo modo? Non c’è altra via possibile? Queste canzoni hanno molto a che fare con quello sguardo e con quelle domande» ha spiegato David Byrne nell’incontro alla New School di New York.
 
Al termine della conferenza Byrne ha fatto ascoltare il primo singolo estratto dall’album e intitolato Everybody’s coming to my house, disponibile ora in streaming gratuito sul suo sitodavidbyrne.com. E a giudicare dallo stile del primo singolo, l’album sembra riportare Byrne verso il cantato e i ritmi tipici dei Talking Heads, almeno di quelli più ricchi di percussioni e fiati così come realizzati dalla band nella seconda parte della sua carriera. La pubblicazione dell’album American Utopia sarà affiancata da un tour mondiale che l’ex leader dei Talking Heads ha descritto come «un concerto senza fuochi di artificio o trovate sceniche, soltanto molti di noi sul palco e molti di voi ad osservarci, sarà uno scambio umano. Lo show più ambizioso dal concerto che abbiamo filmato per il film Stop making sense». L’album uscirà il 9 marzo per l’etichetta Todomundo/ Nonesuch Records e il tour mondiale inizierà il 3 marzo.
 
L’album American Utopia segna anche la rinnovata collaborazione tra Byrne e Brian Eno, i due hanno scritto e prodotto insieme molte tracce del nuovo disco. I due artisti hanno già collaborato tra i tardi anni Settanta e i primi Ottanta per gli album dei Talking Heads More Songs About Buildings and Food, Fear of music e Remain in light, poi per i lavori solisti di Byrne My Life in the bush of ghosts e Everything that happens will happen today. Il tour dell’ex Talking Heads è atteso in Italia la prossima estate, il 19 luglio a Ravenna, il 20 luglio a Perugia per Umbria Jazz e il 21 luglio a Trieste.
 

Repubblica.it > Spettacoli

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here