SHARE

LOS ANGELES – “Il primo giorno sul set indossavo una vestaglia e pesavo 12 chili in più. Mi sono guardato allo specchio, somigliavo a un pugile in accappatoio da boxe. Pensandoci bene, Gianni Versace ha vissuto la sua vita proprio così. Da toro scatenato”. A parlare è Edgar Ramírez, attore venezuelano, figlio di un’avvocatessa e di un ufficiale. Quando l’imperatore della moda è morto, nel ’97, Ramírez aveva sì e no vent’anni; oggi, con un po’ di mastice dal collo in su, e un vocal coach per imitare la cadenza italiana, è il protagonista di The Assassination of Gianni Versace, in onda su FoxCrime (Sky, 116) dal 19 gennaio e parte della serie antologica American Crime Story, ideata da Ryan Murphy. A pochi giorni dalla messa in onda la famiglia Versace prende le distanze con una nota in cui precisa che si tratta di una serie “non autorizzata”.
Repubblica.it > Spettacoli

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here