SHARE
News[1]

Published on gennaio 21st, 2018 | by Elide Messineo

Loading...

Un progetto ambizioso, quello di girare un film su Fabrizio De Andrè. Ambizioso e delicato, che avrà come protagonista uno dei migliori attori italiani in circolazione: Luca Marinelli.

Le polemiche sono arrivate ancora prima della release del film, com’era prevedibile. “Fabrizio De Andrè. Principe libero” arriverà nelle sale cinematografiche solo per due giorni, il 23 e il 24 gennaio, diretto da Luca Facchini. Valentina Bellè interpreta Dori Ghezzi, nel film compare anche Ennio Fantastichini nei panni di Giuseppe De Andrè. Nelle note di regia Facchini conferma di essere cosciente di avere tra le mani del materiale particolarmente delicato, Fabrizio De Andrè è considerato uno dei giganti della musica italiana e di certo i suoi fan saranno intransigenti:

La forma narrativa che ho scelto tenta di aderire il più possibile all’essenziale, alla sintesi, puntando con decisione, quando ci è riuscito, ad una certa eleganza. Inquadrature larghe dove poter immergere i personaggi raccontandone la personalità anche attraverso gli ambienti scelti, cercando di valorizzare la scenografia, gli arredi e i costumi che in un film storico hanno l’ambizione di restituire un tempo perduto. […] Ho avuto la fortuna e l’onore di poter raccontare le vicende di un essere vivente meraviglioso, profondo, fondamentale per molti di noi. Un essere vivente, appunto, mai scomparso davvero. Per me, oggi, Fabrizio è diventato un (vivissimo) organismo poetico, che si trasforma e si rinnova nella vita di coloro che lo ascoltano, lo amano e lo ameranno.

Principe libero, la sinossi

Fabrizio De André. Principe Libero racconta la vita di uno dei più grandi poeti della musica italiana. Fin dall’adolescenza Fabrizio dimostra la sua curiosità speciale, il suo ardore di vita. Sempre in opposizione all’autorità, in famiglia e a scuola, Fabrizio sviluppa presto una grande sensibilità per le vite degli ultimi. Sentendosi a suo agio più con gli emarginati dei carruggi che nelle feste borghesi degli amici di famiglia. La sua costante irrequietezza trova finalmente un senso quando riceve in regalo dal padre la sua prima chitarra. È amore a prima vista. Nonostante questo Fabrizio dovrà superare un grande conflitto con sé stesso per accettare la sua vocazione e trasformarla nella sua professione, trovando per questo spesso rifugio nell’alcol. La continua ricerca di spazio e di tempo per coltivare la sua arte entrano presto in conflitto con i suoi doveri famigliari di marito di Puny e di padre di Cristiano. L’incontro umano ed artistico con Luigi Tenco sarà però fondamentale per lui: uno spazio di complicità nei rovelli dell’arte. Così come la collaborazione con il poeta Riccardo Mannerini. E non saranno gli unici: lungo la sua carriera Fabrizio collaborerà con alcuni fondamentali autori, poeti ed artisti del dopoguerra italiano. Tra gli altri, Paolo Villaggio, Fernanda Pivano e la PFM solo per citarne alcuni. L’incontro con Dori Ghezzi lo porterà a confrontarsi con le proprie paure e ad abbracciare l’amore, in un senso nuovo di libertà, nella campagna in Gallura, dove nascerà la seconda figlia, Luvi. E dove però si consuma anche la negazione di tutte le libertà, nella vicenda dei quattro mesi del sequestro. Anche in questo caso, De André, riuscirà a trasformare un evento drammatico in grande arte, regalandoci un capolavoro come Hotel Supramonte.

Fabrizio De Andrè. Principe Libero” sarà al cinema il 24 e il 25 gennaio, distribuito da Nexo Digital. Arriverà in televisione il 13 e il 14 febbraio, su Rai 1.

Tags: , ,
[2][3][4]




References

  1. ^ News (www.cinezapping.com)
  2. ^ (www.cinezapping.com)
  3. ^ (www.cinezapping.com)
  4. ^ (www.cinezapping.com)

CineZapping

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here