SHARE

Casa borghese con un tocco esotico. Circondato da maschere africane, mestoli tibetani, statuette, ricordi di accumulati in una vita di viaggi, Piero Angela ha l’aria dell’esploratore pronto a rifare la valigia. La moglie Margherita, grandi occhi azzurri, elegante e minuta, è stata la sua complice. “Siamo andati ovunque” spiega la signora d’acciaio che ha scalato montagne e, tra tende e escursioni nel deserto, ha dormito ovunque. Aveva 19 anni quando si sono conosciuti: si sposano, lei abbandona la Scala di Milano e la danza classica. Lui, schivo e discreto, nella sua autobiografia Il mio lungo viaggio-90 anni di storie vissute che ha scalato le classifica dei libri più venduti, sintetizza così l’incontro: “Fu una decisione presa con il cuore, più che con la testa”. Non usa la parola amore. “Ho sempre avuto pudore. Non scriverei mai un romanzo d’amore, sono sentimenti veri che uno esprime senza andare a cantare a Sanremo”. Il figlio Alberto ha seguito le sue orme, la figlia Christine ha studiato grafica.
 

Repubblica.it > Spettacoli

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here