SHARE

La cantante della Pennsylvania[1] era stata citata in giudizio lo scorso mese di settembre dagli autori Sean Hall e Nathan Butler in merito a una parte del testo della sua canzone “Shake It Off”, che i due denunciavano fosse troppo simile al brano da loro scritto e interpretato dalla band al femminile 3LW, “Playas Gon’ Play”, caso del quale vi avevamo già parlato qui[2].

Loading...

Ora il giudice distrettuale Michael Fitzgerald ha accolto la mozione di Taylor Swift per licenziare la causa. I due autori potranno, però, apportare delle modifiche alla denuncia presentata. Fitzgerald spiega come il fulcro della diatriba risieda nella possibilità o meno che la parte di testo citata possa beneficiare della protezione del copyright, visto che si tratta di frasi brevi e non dotate dell’originalità richiesta per la tutela del diritto d’autore. Motiva così il giudice:

La cultura popolare americana è fortemente radicata nel concetto di giocatori, nemici, e giocatori nemici… il concetto di attori che recitano in accordo con la loro essenza naturale non è per niente creativo; è banale.

La strofa della canzone di Swift contestata è questa: “Cause the players gonna play, play, play, play, play/ And the haters gonna hate, hate, hate, hate, hate / Baby, I’m just gonna shake, shake, shake, shake, shake I shake it off, I shake it off”. L’accusa è che siano stati copiati dalla strofa di “Playas Gon’ Play” che recita “Playas, they gonna play/ And haters, they gonna hate/ Ballers, they gonna ball/ Shot callers, they gonna call”.

References

  1. ^ La cantante della Pennsylvania (www.rockol.it)
  2. ^ qui (www.rockol.it)

Rockol Music News

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here