SHARE

La cantautrice e pianista statunitense[1] ha rilasciato sulla sua pagina Facebook ufficiale una dichiarazione sulla sua recente collaborazione con il fotografo americano Terry Richardson, coinvolto nell’ondata degli scandali che stanno travolgendo il mondo dell’entertainment[2].

Loading...

Non è la prima volta che Terry Richardson viene accusato di comportamenti poco professionali: la carriera del fotografo è macchiata di accuse di molestie sessuali affiorate nel 2014, quando diverse modelle al lavoro con lui lamentarono condotte scorrette da parte di Richardson, che – da parte sua – respinse ogni addebito. Terry Richardson è stato recentemente bandito dal gruppo Condé Nast[3], colosso editoriale americana che controlla a livello mondiale testate come Vanity Fair, GQ, Glamour e Vogue.

Tori Amos, che è stata recentemente fotografata da Richardson per un numero della rivista “V Magazine”, ha detto:

“All’epoca non ero a conoscenza delle accuse fatte contro Richardson, se l’avessi saputo non avrei mai preso parte alla collaborazione. Sono disgustata dalla natura delle accuse e posso solo stare dalla parte delle donne che hanno dovuto subire questi abusi negli anni”.

Ed ha aggiunto:

“In quanto prima portavoce e sostenitrice del RAINN, posso solo sperare che tutte noi continuiamo a parlare e a rompere il silenzio che circonda questo genere di abusi, e rimaniamo forti e unite contro questi predatori e coloro che li appoggiano”.

Il RAINN, fondato nel 1994 da Scott Berkowitz, è un’organizzazione attiva nella prevenzione delle aggressioni sessuali, nell’aiuto e nel sostegno legale a quante ne sono vittime. L’attuale portavoce del RAINN è l’attrice Christina Ricci.

Qui l’intera dichiarazione di Tori Amos:

Anche la cantante ed attrice britannica Rita Ora[4] ha recentemente parlato della sua esperienza lavorativa con il fotografo (qui la copertina di “Lui”[5], qui altre foto del servizio[6]), dichiarando:

“Quel servizio fotografico fu divertentissimo. Ma all’epoca non ero a conoscenza dei fatti: se avessi saputo delle accuse contro Terry naturalmente avrei preso una decisione diversa”.

In una lettera pubblicata la scorsa settimana dall’Huffington Post, Richardson ha negato le accuse di molestie sessuali, scrivendo:

“Ho collaborato solo con donne adulte e consenzienti che erano pienamente consapevoli della natura del mio lavoro, e, come è d’abitudine, tutte hanno firmato delle liberatorie. Non ho mai utilizzato una proposta di lavoro o una minaccia di ritorsioni per costringere qualcuna a fare qualcosa che non volesse. Alle persone con cui lavoro porto sufficiente rispetto da considerarle in pieno possesso del proprio libero diritto di scelta, e capaci di decidere conseguentemente”.

Rockol Music News

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here